Scaloni a tutto tondo: “Matuzalem-Brocchi? Non penso ci fosse cattiveria… Un giorno spero di allenare i ragazzi”

© foto www.imagephotoagency.it

Intervistato dai microfoni di Radio Manà Manà sport, Lionel Scaloni da pochi giorni un nuovo giocatore dell’Atalanta ha parlato della sua nuova avventura con la maglia degli orobici ma anche del suo recente passato alla Lazio.

L’argentino è rimasto molto colpito dalla dedica di Gonzalez e compagni durante la semifinale di Coppa Italia contro la Juve: Non mi aspettavo la dedica di Gonzalez e dei miei compagni dopo la vittoria con la Juventus. E’ stata una sorpresa bellissima, anche perché non avevo avuto modo di salutare tutti i compagni”. Ad ogni modo Scaloni è già concentrato sulla sua nuova esperienza con l’Atalanta, con la cui maglia ha debuttato nella vittoriosa trasferta di domenica scorsa a Palermo: Domenica ho potuto dare subito il mio apporto. Sono contento perché non è stata una settimana facile, in un ambiente totalmente nuovo in un match difficile come quello con i rosanero. Me la sono cavata con un po’ di mestiere e di esperienza in un esordio direi tutto sommato positivo”. Scaloni ha parlato anche di quelli che sono i suoi più bei ricordi con la maglia della Lazio, ossia i derby vinti e la Supercoppa di Pechino, oltre al rapporto fantastico che ha avuto con i compagni di squadra dei quali era un vero e proprio idolo.

L’argentino non esclude un suo ritorno a Formello, magari da allenatore delle giovanili: “La società mi ha fatto capire che le porte per me sono sempre aperte. Mi piacerebbe allenare nel settore giovanile anche perché non sono sicuro di voler mai allenare una qualsiasi prima squadra. Ho visto cose davvero brutte nella mia carriera e potrei anche decidere di allenare sempre i ragazzi”.

Nel finale anche qualche battuta sulla questione tra Matuzalem-Brocchi: “Non è la prima volta che “Matu” compie interventi duri come questo, non credo quindi ci fosse una cattiveria gratuita nei confronti di Brocchi. Che io sappia non c’è mai stato nulla tra Brocchi e Matuzalem o almeno io non li ho mai visti litigare quando eravamo tutti alla Lazio.” E su Zarate: “Credo sia molto difficile ricucire il rapporto”.

 

Condividi
Articolo precedente
Mondonico: “Lazio-Napoli come una partita di Poker…”
Prossimo articolo
Insigne carica il Napoli: “Con la Lazio lotteremo per…”