La mentalità di Petkovic: “Paura del Napoli? Li aspetto dall’andata…”

© foto www.imagephotoagency.it

Due brutte sconfitte in campionato, in mezzo il passaggio in finale di Coppa Italia e tante, tantissime chiacchiere di mercato. Tornerà solo oggi a correre al completo la Lazio di Petkovic nel centro sportivo di Formello (infortunati a parte), grazie al rientro dei nazionali. All’orizzonte c’è la partita col Napoli, un crocevia fondamentale per la stagione biancoceleste, come confermato da Petkovic in conferenza stampa: “Abbiamo fatto già tanto e dobbiamo fare ancora tanto. E’ sicuramente un punto importante della stagione, perché vincendo possiamo riavvicinarci ai primi due ed eventualmente riagganciare i primi in classifica. Vedo la squadra viva, condizionata da certi episodi. Sono fiducioso, in questa settimana ho visto poco e niente la squadra. Oggi sarà la prima volta che avrò tutti insieme”. Un punto interrogativo riguarda il profeta Hernanes, tra stasera e domani Petkovic deciderà se mandarlo in campo: “Stasera parlerò con lui e con gli altri per capire se farli giocare no”. Stessa cosa riguarda la lista dei convocati, che sarà pubblicata solo “tra stasera e domani”. La formazione di Mazzarri è senza dubbio una delle più forti del campionato, ma Petkovic non ha assolutamente paura: “Nella vita solo una cosa fa paura. Questo è un gioco e dobbiamo prenderlo come tale. Ci misureremo con una squadra molto forte, valutata da tutti come principale antagonista della Juve. Noi vogliamo dimostrare di non essere la terza. E’ un gioco d’azzardo. E’ un avversario che aspettiamo da tanto, perché nella partita di andata hanno vinto 3-0. Abbiamo dimenticato e reagito a quell’insuccesso. Ora li aspettiamo per dare una risposta, sperando che ci sia tanta gente”. Alla Lazio mancheranno giocatori come Brocchi, Ederson (Hernanes è da valutare) e Klose, Petkovic non appare preoccupato, anzi: “Giocatori come Klose sono molto importanti, ma ci sono altri tipo Floccari che hanno dimostrato di poter giocare benissimo e sostituirlo. Ci sono anche altri elementi che vogliono mettersi in mostra. Noi vogliamo tornare la Lazio che abbiamo conosciuto e domani abbiamo un’ottima possibilità per farlo”. Quando poi viene chiesto se ritiene il Napoli da scudetto e più squadra della Lazio, Petkovic risponde così: “Leggendo e sentendo anche a me comincia a entrare in testa che sono solo due le candidate per il titolo. Proprio per questo vogliamo vincere e dare un segnale al campionato. Credo che anche il Napoli abbia buone individualità e anche certe carenze. Noi dobbiamo sfruttare le nostre qualità e fare in modo che l’avversario non sfrutti i suoi punti di forza”. Ultima battuta su Saha: “Ultimamente ha giocato poco, vedremo se potrà scendere in campo qualche minuto”. E’ tutto pronto. Il big match è già iniziato.

Condividi
Articolo precedente
Muzzi, oggi vice di Andreazzoli racconta i suoi giorni alla Lazio: “Lotito non mi rispettava…”
Prossimo articolo
Primavera, Bollini applaude l’avversario: “Noi e il Catania due squadre di livello”