Formello, emergenza in difesa per Petkovic: Stankevicius dal primo minuto?

© foto www.imagephotoagency.it

Se c’è un lato positivo dell’eliminazione dall’Europa League è senz’altro la possibilità di concentrarsi solamente sul campionato. E così a Formello, archiviato il Fenerbahce, si torna a pensare alla sfida con la Juventus in programma lunedì sera. I biancocelesti proveranno fino alla fine a centrare il terzo posto e guarderanno con interesse la sfida tra Milan e Napoli di domenica. Petkovic però avrà altri pensieri. La formazione per il posticipo è un rebus: Dias e Konko ancora out; Lulic, Radu e Biava saranno squalificati; Pereirinha e Gonzalez in forte dubbio. Possibile il rientro dal primo minuto di Stankevicius la cui ultima apparizione risale ad un anno fa, mentre le fasce sono da reinventare. 

SEDUTA ATLETICA – Stamattina i capitolini alle ore 11 sono tornati ad allenarsi. Nella prima fase è stato effettuato un riscaldamento condito da esercizi addominali e da un lavoro di forza tramite fasce elastiche. Poi i prepatori tecnici Rongoni e Forte hanno preso in consegna la squadra facendo svolgere una corsa sostenuta intorno al campo. Unica buona notizia è il rientro di Andrè Dias: il brasiliano è tornato con il resto dei compagni svolgendo la parte atletica salvo poi saltare la partitella finale. Il numero 3 sta cercando di risolvere la lesione all’adduttore della coscia destra, ma per lunedì sarà al massimo convocato vista la poca disponibilità nel reparto arretrato. Situazione diversa per il Tata Gonzalez che cercherà di stringere i denti per la sfida con i bianconeri, lo staff medico cercherà di ridurre al minimo il dolore dell’uruguaiano al tallone destro. 

KONKO E PEREIRINHA – Lavoro differenziato per Konko e Pereirinha. Il portoghese ha qualche chance di recupero ed è ormai prossimo al rientro: possibile la convocazione anche per l’ex Sporting. Ne avrà ancora per altri 15 giorni invece il terzino francese.

Condividi
Articolo precedente
Ministro Cancellieri sul derby: “Serve presa di coscienza da parte dei tifosi”
Prossimo articolo
Serie A, via libera al terzo extracomunitario?