Ederson: “Il rigore su di me? Era netto. Adesso il derby, poi la rimonta…”

© foto www.imagephotoagency.it

In zona mista ha analizzato la sconfitta contro il Fenerbahce anche Honorato Ederson, sicuramente uno dei migliori in campo al Sukru Saracoglu: “Mi è dispiaciuto non aver potuto giocare fino alla fine e di non aver potuto giocare in undici, in inferiorità numerica è stato davvero difficile”. Nel primo tempo non gli è stato fischiato un rigore che poteva cambiare le sorti del match: “Non mi piace parlare dell’arbitro ma questa sera è inevitabile. C’era un rigore non fischiato per noi, tanti cartellini facili, però dobbiamo rimanere fiduciosi perchè non è finita. Magari il pubblico può aver influito, forse in un altro stadio l’avrebbe fischiato. Era un rigore netto, mi ha toccato, stavo andando in porta ed ero ultimo uomo”. Adesso il derby, poi c’è bisogno dell’impresa all’Olimpico: “Ora dobbiamo preparare il Derby, sappiamo quanto è importante e vogliamo vincerlo, poi penseremo al Fenerbahce. La caviglia? Sento un po’ di dolore, ho preso una botta e si è girata, ma per il Derby ci sarò”.

Condividi
Articolo precedente
Il rammarico di Radu: “Il fallo di mano era involontario. Lascio la Nazionale rumena”
Prossimo articolo
Prima della gara Manzini premia Can Bartu