Conferenza, Petkovic carica la squadra: “Rispetto per tutti, paura di nessuno…”

© foto www.imagephotoagency.it

Formello – E’ tempo di vigilia in casa Lazio. Domani i biancocelesti affrontano a San Siro il Milan orfano di Balotelli, ma nonostante l’assenza dell’ex attaccante del Manchester City, si prospetta un gara complicata per gli uomini di Petkovic. Proprio il tecnico di origini bosniache questo pomeriggio ha preso la parola nella consueta conferenza stampa pre-partita.  

Un commento su quello che è successo in Europa.
“Io sono la persona meno adatta per parlare di queste cose. Sicuramente è sfavorevole per noi ed è penalizzante non poter giocare davanti al nostro pubblico. Io spero che con il nostro ricorso riesca a muoversi qualcosa. Adesso dobbiamo dare ancora di più per combattere tutto questo”.

La Lazio non vince dal 1989 a Milano.
“Ogni settimana sento queste statistiche (ride, ndr). La cosa importante è giocare una grande partita e cercare di vincerla. Lazio più forte del Milan? La classifica ci da ragione e forse abbiamo meritato questi due punti in più. Loro stanno giocando bene e non solo in Italia, hanno ottenuto un grande risultato contro il Barcellona, grande rispetto per loro, ma io credo nella mia squadra”.

Tanti infortuni…
“Senza alibi e senza lamentarsi e tutti devono dare il massimo. Come sta Floccari? Sarà convocato e domani vedremo dopo l’ultimo allenamento come stanno 2-3 giocatori”

Come si batte il Milan?
“Non ci sono ricette. Dobbiamo presentarci a testa alta e se facciamo questo possiamo competere contro tutte le squadre e lo abbiamo già dimostrato”

Rispetto alla gara d’andata il Milano ha un Balotelli in più. Che partita si aspetta?
“Mi aspetto il Milan che ho visto nel secondo tempo a Roma, loro stanno giocando con convinzione e con Balotelli hanno ancora più classe. In diverse partite però hanno dimostrato che non sono imbattibili, anche il Milan deve avere paura di noi”.

Rispetto all’andata è cambiata anche la Lazio?
“Si dopo 40 partite una squadra cambia. Abbiamo avuto qualche difficoltà, spero di recuperare anche qualche giocatore infortunato”.

E’ arrivata la prima vittoria in campionato senza Klose…
“Se non lo leggevo, neanche lo sapevo. Un punto fermo come Klose è fondamentale, ma anche senza alcuni giocatori abbiamo dimostrato di essere competitivi”.

Esame di maturità per Pereirinha?
Bisogna vedere se giocherà. Ha dimostrato che può essere un giocatore interessante e che può dare molto. Gli manca ancora un po’ di abitudine a giocare con i compagni, sta migliorando e da qui fino alla fine del campionato potrà rivelarsi molto utile”.

Che peso ha questa partita nella lotta per il terzo posto?
“Mancano ancora tante partite alla fine, sicuramente è una partita importante. Se vinciamo noi possiamo fare un bel salto, ma qualsiasi risultato uscirà, lotteremo fino alla fine”.

E’ mai stato a San Siro? E’ uno stadio prestigioso.
“Ho visto l’Inter contro il CSKA Mosca. Sicuramente è una bella emozione giocare in uno stadio così importante. E domani mi aspetto una grande partita da due grandi squadre”.

Napoli-Juventus può influire sulla vostra gara?
“Mi aspetto una bella partita. Se vince la Juve sarebbe un bel distacco dal secondo posto, se invece vince il Napoli si apre tutto e bisogna capire che cosa succederà”.

Il Milan ha potenziale offensivo enorme… Questo la può condizionare in alcune scelte?
“No assolutamente, io guardo alla mia squadra e non cambio il mio modo di giocare”

Secondo lei che cosa ha trasmesso a questa squadra?
“Queste valutazioni non toccano a me, ma alla società o a voi. Penso che non siamo ancora al massimo, possiamo ancora fare tanto, ma siamo a buon punto. Questa squadra in futuro darà ancora di più”.

Condividi
Articolo precedente
Muntari: “Lazio carica e con un…”
Prossimo articolo
Milan – Lazio, i convocati di Petkovic: Floccari c’è!