Cana, Ledesma, Radu e Onazi caricano la Lazio: “Passiamo il turno!”

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio contro Fenerbahce. All’andata finì 2-0 per in turchi, in una gara emozionante decisa anche (e soprattutto) dall’arbitro Collum. Ecco il ritorno, che si giocherà davanti ad un Olimpico deserto. Ecco il quarto di finale di Europa League. Sognare si può, sognare si deve. La Lazio ha il dovere di provarci, deve crederci fino in fondo e se va male si può dire “ci abbiamo provato”. Chi ci crede è senza dubbio Lorik Cana, che ha parlato ai media turchi di Milliyet: “Siamo un po’ stanchi, la nostra è una stagione impegnativa. Ci piacerebbe passare il turno e lotteremo con tutte le nostre forze per conquistare la qualificazione”. Ledesma è dello stesso avviso: “Abbiamo le potenzialità per vincere tutte le partite. Sarà fondamentale fare gol il prima possibile domani per conquistare la qualificazione. Vogliamo vincere e passare il turno per i nostri tifosi, che purtroppo non potranno essere presenti sugli spalti. La Lazio è un club prestigioso, un club che ha sempre avuto grandi ambizioni in Europa, per questo noi vogliamo portare questo trofeo in Italia”. Chi dimostra di non essere scaramantico è invece Stefan Radu, che sempre ai media turchi, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Ci credo veramente, credo sarà una partita completamente diversa da quella dell’andata. Segneremo quattro o cinque gol!”. Eddy Onazi invece non prenderà parte al match per aver ricevuto una doppia ammonizione nella gara di andata: “Avrei voluto giocare il match di ritorno, l’espulsione è stata pesante. Possiamo ribaltare il risultato dell’andata segnando subito nel primo tempo, credo sia nelle nostre potenzialità. E se dovessimo farcela, non sarà difficile passare il turno”. C’è ottimismo dalle parti di Formello. L’obiettivo adesso è quello di passare dalle parole ai fatti. Per scrivere la storia.

Condividi
Articolo precedente
Il prefetto di Roma avverte: “I prossimi derby potrebbero essere giocati a porte chiuse o altrove”. Masucci: “Già a lavoro per il prossimo derby”
Prossimo articolo
Under 18, doppietta in Nazionale per Lombardi: “La dedico alla memoria di mio fratello Maurizio”