Calcio – business: Roma e Lazio rischiano di perdere un milione di euro

© foto www.imagephotoagency.it

Il derby di Coppa Italia continua a far parlare di sé. A pochi giorni dalla finale, la scelta della data e dell’orario in cui disputare la gara è sempre in bilico. Secondo quanto riporta questa mattina il Corriere della Sera, la Lega Calcio deve fare i conti con le istituzioni cittadine per varare il calendario della competizione. Poche alternative al 26 maggio: il 25 infatti, si disputerà la finale di Champions e la Uefa non vuole assolutamente un altro evento in contemporanea alla partita più attesa e più affascinante dell’anno. Il derby non può nemmeno slittare al 29 maggio, dedicato ai raduni delle Nazionali che parteciperanno alla Confederation Cup e per le amichevoli previste dalla Fifa. La Rai inoltre, detiene i diritti televisivi della manifestazione e un precedente contratto prevedeva che la partita fosse giocata in notturna per permettere la massima audience. In caso contrario è prevista una penale di 500mila euro di mancato guadagno per entrambi i club. Altro problema è la sistemazione dell’Olimpico con le autorità che vorrebbero vendere i tagliandi per i soli abbonati o a chi è in possesso della tessera del tifoso per evitare spiacevoli inconvenienti e questo porterebbe altri guadagni in meno per Roma e Lazio di circa 400mila euro. Infine, l’ultima proposta della Lega: disputare la finale di Coppa Italia a Pechino, che prenderebbe il posto della Super Coppa Italiana. Soluzione impossibile visti i tempi dell’organizzazione non sufficenti. 

Condividi
Articolo precedente
La Lazio punta in alto: Cigarini e Matri obiettivi biancocelesti
Prossimo articolo
Conferenza, Petkovic: “Serve più convinzione. Cambierò qualcosa rispetto a Udine”