Biglia, finale persa con il cuore: ‘Principito’ arrabbiato e deluso negli spogliatoi

© foto Lazio News 24

Ennesima finale persa negli ultimi anni per Lucas Biglia: il capitano della Lazio ha lasciato lo stadio Olimpico visibilmente deluso

Dal triste pianto liberatorio al triplice fischio, fino all’abbraccio coi tifosi sotto la Curva Nord. La Lazio ha dato il massimo, ma non è bastato a strappare un trofeo che, già dal primo tempo, sembrava dovesse finire inesorabilmente nelle mani della Juventus. Tanti calciatori biancocelesti sono stati inquadrati dalle telecamere della Rai visibilmente con gli occhi lucidi: Keita Baldé Diao, rimasto accasciato a terra per molto tempo dopo il termine dell’incontro, è stato consolato da diversi avversari e compagni, fra cui Lucas Biglia. Il ‘Principito’ ci teneva molto a questa finale, avendone già perse sei (tre con il club capitolino, tre con l’Argentina), voleva portala a casa a tutti i costi. I cronisti presenti ieri sera in zona mista hanno notato la sua delusione, maggiore rispetto a quella di tutti gli altri calciatori laziali. Il capitano della squadra di Simone Inzaghi avrebbe voluto alzare al cielo il suo primo trofeo con questa maglia e regalare l’ennesima gioia ai sostenitori della Prima Squadra della Capitale. Biglia ci riproverà in estate, in occasione della Supercoppa Italiana nuovamente da contendere ai bianconeri. In questi giorni lavorerà con la società per raggiungere l’accordo sul rinnovo del contratto, l’intenzione è quella di far bene ancora con la Lazio.

Condividi
Articolo precedente
Lazio-Inter affidata all’arbitro Di Bello
Prossimo articolo
Neto: «Ho fatto due parate importanti. Su Immobile sono stato fortunato…»