Addio a Frankie Knuckles: scompare a 59 anni il padrino dell’House Music

© foto www.imagephotoagency.it

Si è spento nel pomeriggio di ieri il padrino dell’house music Frankie Knuckles. In un primo momento le cause del decesso non erano state rese note, tuttavia si è poi saputo che la morte di Knuckles è avvenuta in seguito a delle complicazioni dovute al diabete, malattia di cui il dj soffriva da tempo e che gli era costata già l’amputazione di un piede. Spentosi all’età di 59 anni, il suo lutto ha sconvolto l’intero mondo della musica.

UN PO’ DI STORIA – Originario di New York, Knuckles si era trasferito a Chicago nel 1977. Iniziò a produrre musica Knuckles recuperando vecchi pezzi funk, jazz e soul e attraverso manipolazioni elettroniche mediante sintetizzatori e registratori, realizzò quel genere che poi sarebbe stato denominato House music, il cui nome deriva proprio dal locale (il Warehouse) in cui Knuckles si esibiva nei suoi dj set. Knuckles contribuì all’evoluzione della figura del dj: da semplice selezionatore di musica (una sorta di juke box umano) ad artista in grado di creare nuovi ritmi e coinvolgere il pubblico nel ballo.

 

 

Condividi
Articolo precedente
Pereirinha out per due settimane
Prossimo articolo
Il Tottenham punta Zarate